Giuseppe Casetti

Giuseppe Casetti nasce a Roma nel 1949, apre la libreria-galleria Maldoror nel 1977, una libreria specializzata nelle avanguardie storiche con uno spazio espositivo, dove Francesca Woodman nel 1978 fece la sua prima mostra personale.
Nel 1983 fonda le edizioni della camera del sud e stampa il testo di Antonin Artaud “Van Gogh il suicidato della società”.
Nel 1984 cura la mostra PUBBLICITÀ! FELICITÀ! – MUNARI & COMPANY 1920/1940 vent’ anni di comunicazione visiva in Italia, negli spazi di Massenzioland e alla A.A.M. Architettura Arte Moderna a Roma .
Nel 1990 con stampa alternativa pubblica il volume Movimento Immaginista a Roma nel V anno del R.F. e ne cura la mostra alla galleria A.A.M. a Roma.
Nel 1993 apre la galleria-libreria AULA 6 dove cura la mostra “gruppo 63 nei libri e nelle riviste”.
Nel 1995 alla galleria d’arte De Serpenti, realizza un ciclo di mostre dal titolo
I Care dove ospita le mostre di Filadelfo Anzalone e Fausto Delle Chiaie.
Sempre nel 1995 apre la libreria-galleria il museo del louvre a Roma.
Dal 1995 ad oggi ha curato diverse mostre tra cui Francesca Woodman a Maldoror 1977-1978, Fausto Delle Chiaie “Posto al centro”, Artaud di Giosetta Fioroni, “Le fotografie di Giosetta Fioroni”.
Nel 1997 ha pubblicato il libro “il mio amico Pasqualino, Federico Fellini 1937-1947” e ne ha curato la mostra per l’associazione Fellini a Rimini.
Nel 2000, al Palazzo Delle Esposizioni di Roma cura la mostra Francesca Woodman, Providence Roma New York.
Nel 2003 fonda al museo del louvre, una televisione di strada Telelouvre, un progetto curato da Achille Bonito Oliva.
Realizza il primo Festival Romano Della Fotografia, con le fotografie di Christo, Woodman, Blanc, Berkson, Lex Riefenstal. Nel 2004 cura la mostra di Mario Dondero “una certa Roma” che fa conoscere il talento fotografico di Mario Dondero fuori dagli schemi ristretti del fotogiornalismo.
Nel 2008 espone “Identificazione” un’ istallazione con foto segnaletiche, oggetti del crimine e identikit, a cura di Achille Bonito Oliva. Da questo momento in poi l’ attività del museo del louvre si specializza sempre di più nel campo della fotografia fino all’ apertura di un secondo spazio espositivo il museo del louvre Photos sempre in via della Reginella a Roma.
In occasione del centenario del manifesto futurista cura per il Comune di Roma il pugno di boccioni, un evento performativo che ha coinvolto artisti di diverse provenienze.
Sempre per il comune di Roma, dopo anni di archiviazione del lavoro di Fausto Delle Chiaie, cura per Electa il catalogo Fausto Delle Chiaie L’ Arte? Rubbish!.